That’s my blog… Life and Linux

Un 25 Aprile post-elezioni

25 Aprile per Sempre Ciao… È un po’ che non scrivo in questa mia bacheca, ma ultimamente tra esami ed altri impegni non ho mai avuto tempo di bloggare quanto avrei voluto.

Ci siamo lasciati “ufficialmente” alla favolosa notte dei risultati elettorali dell’10-11 aprile. Quel giorno è stato per me davvero pieno di emozioni: già dalla mattinata sentivo moltissimo la tensione di un risultato che stava per essere comunicato, quindi dalle 14:45 circa mi sono messo nel divano con alla mano il mio portatile connesso alla rete wireless casalinga, con un Firefox che riempiva diverse righe di tab aperti su siti istituzionali e di notizie ed il “potente” telecomando che puntava al canale 500 di Sky (SkyTg24, imho uno dei pochi “fornitori” di notizie italiano realmente «indipendente»), ma comunque pronto allo zapping su Rai2 e La7.

Come avete poi visto, alle 15 esatte sono arrivati i primi exit-poll; c’è da dire che la mia tensione era calata molto ma non poi così tanto, ritenendo infatti piuttosto azzardata una “felicità” ostentata ben presto da molti leader del centro-sinistra.

Passa poco tempo, (circa 1 ora e 30) e tutti i risultati degli exit-poll/in-house-poll vengono smentiti: la mia paura, “profetizzata” anche qualche tempo prima, si rivela quanto mai realistica. Inizia quindi il lungo pomeriggio fatto di zapping e di «F5» per aggiornare…
Alle 20:30 la RAI con Nexus mi fa ancora penare: Camera e Senato alla CDL. Soffro.

Continuo però a sperarci, i sondaggisti ormai si erano dimostrati quanto mai inaffidabili (e neanche Piepoli mi rincuora)… Tra l’altro, inizio a non ignorare i risultati delle circoscrizioni estere che invece molti in quel momento non consideravano. In TV si continuano ormai a fare i soliti discorsi e non a calcolare l’elezione regione per regione del Senato, considerando piuttosto in numero dei voti totali; solo Internet può darmi un briciolo di sicurezza.

In tarda serata termina il computo dei voti al Senato; la CDL pare prevalere, ma la differenza è poca ed i risultati parziali(ssimi) delle circoscrizioni estere mi lasciano sperare…
Adesso, tutti aspettano la Camera con il suo premio di maggioranza…

I primi valori sembrano piuttosto buoni con un distacco che va oltre i 5-6 punti percentuale, ma come ormai è noto le «regioni rosse» sono più efficenti nello scrutinare; attendo quindi il calo fisiologico che lentamente arriva… Nel frattempo (ormai era notte) sposto la mia TV su Matrix dove Mentana, inquadrando direttamente gli schermi del Viminale (più rapidi nell’aggioranarsi di interno.it), è l’unico che riesce a dare risultati, ormai distanziati da poche centinaia di migliaia di voti, in tempo zero (mentre c’era Vespa che si affidava ai gobbi… <_< ). Allo stesso tempo scrivo freneticamente su qualche forum di amici e chatto con flooding (Cliente #003 di quelli del… Bar Lando nonché abile(?) statistico P ) con cui inizio a fare improbabili calcoli sulla percentuale che la CDL avrebbe dovuto prendere nei seggi mancanti per riuscire a superarci. La distanza si fa pian piano più vicina
 e si raggiungono le decine di migliaia; sono attimi di tensione assurda ma via via che si aggiunge un seggio io e “#003” siamo più certi della vittoria.

Il computo non è ancora terminato, ma Fassino – forte delle proiezioni sull’estero al senato e dell’impossibilità matematica di recupero da parte del centro-destra – scende finalmente per dichiarare, imho con un po’ di azzardo (politico), la “vittoria”.
Dopo pochi minuti tocca a Prodi, che morto dallo stress, riesce ad esalare un «Abbiamo Vinto!» che riscuote una Piazza del Popolo oramai quasi incredula ad un risultato prima vicino, poi così lontano da sembrare irraggiungibile.
Da un certo punto di vista capisco chi abbia criticato questo gesto, ma dovete anche capire che è stato un modo per scaricare la tensione accumulata in 12 ore e più di attesa. Nessuno si è investito, in quella posizione, di un ruolo che ancora non gli competeva; è stata quindi solo una classica polemica politica nata sul (quasi) nulla.

Dopo essere rimasto un po’ a festeggiare on-line, ed aver controllato gli scrutini delle circoscrizione estere, vado a letto. Sono morto

Il giorno successivo mi sveglio dopo 3 ore da quando sono andato a letto e corro subito a vedere se sono arrivati i dati dei Senatori all’estero che definiscono una pseudo-vittoria dell’Unione in entrambe le camere. Certamente sono stati, in generale, risultati poco attesi da entrambe le parti a partire dall’alta affluenza alle urne. Non bisogna però dimenticare cose importanti: FI ha perso moltissimi consensi, considerando anche l’aumento dei votanti pur rimanendo imho troppo forte (ma come detto temevo questo) mentre la coalizione di Sinistra è riuscita, per la prima volta nella Storia italiana, ad avere la maggioranza numerica alla Camera raggiungendo i 19 milioni di voti.
Insomma, niente di eclatante, ma nemmeno si può dire che non sia successo nulla…

È iniziata quindi quella “stagione” che viviamo, seppur parzialmente, ancora oggi vale a dire la delegittimazione dei risultati delle votazioni nonché di tutto sistema elettorale italiano operato dalla Casa delle Libertà, e sopratutto da Forza Italia.
Comportamento davvero indecente, perché mira a dividere ancora maggiormente l’Italia considerando anche che qualcuno ha detto che si dovrebbe fare un governo di unità nazionale per superare questa situazione |

La verità è che quanto ho predetto sul “Nanetto” P si è rivelato quantomai reale, con Silvio che contesta tutto e tutti e prova ogni strada (per ora sempre nell’ambito democratico, per fortuna) per non abbandonare una poltrona che per lui vale ben più del potere politico. Ha provato anche a tirare Ciampi per la giacca con un decreto per ricontare i 39 milioni di schede, ma non gli è andata bene e allora si è rifugiato in sé stesso e nei suoi elettori insistendo sulla presunta illegittimità del futuro Governo; e probabilmente sarà proprio questo che userà come cavallo di battaglia nei prossimi tempi.
Non è certo una semplice telefonata quello che avremmo voluto, ma solo un minimo di rispetto per quanto il popolo (sovrano) ha affermato, seppur senza dimostrarsi troppo deciso.

A sinistra, invece, non appena sono iniziate le “battaglie per le poltrone” a sx c’è stata qualche scaramuccia… Devo dire che l’atteggiamento di Bertinotti non mi è piaciuto molto, ma fortunatamente è finito tutto “dolcemente” con il Baffino che ha rinunciato (forse per avere altri «lidi»?). Comunque sia non è stata una bella prova, speriamo che l’epilogo di questo caso si ripresenti anche in situazioni future ben più difficili e vincolanti. Visto che mi auguro che Silvio abbia “vaccinato” per lo meno i suoi avversari e che non commettano il fatale errore di restituire il paese nelle mani del «Padrino».

 

Per quanto riguarda la più stretta attualità (finalmente ci siamo arrivati! ) ), quella che ha dato vita anche al titolo del post, oggi – 25 aprile –  oltre ad essere il mio onomastico P , è anche un giorno in cui tutta l’Italia dovrebbe superare ogni divisione per ricordare tutto ciò che 61 anni fa ci dette la possibilità di formare una Democrazia.
Certo, usare questa festa per dividersi tra “americani” e “partigiani”, o peggio tra «fascisti» ed «antifascisti» o ancora per restare a casa senza fare motto (ehm… P ) non è il massimo

W la libertà, W la democrazia! 

Buona Pasqua!

Arrivo leggermente al limite, per augurarvi Buona Pasqua a tutti (o quasi… :))!

 

Buona
(Grazie a quelli del… Bar Lando per la vignetta)

 

Anche il Senato all’Unione!

Ieri sera sono stato tranquillo senza fare previsioni, ma adesso a quanto pare, abbiamo anche il Senato! Grazie agli elettori italiani esteri, L’Unione è passata avanti di 2!

10:16 Estero, all’Unione con molta probabilità 4 senatori

Salvo clamorose sorprese nello scrutinio degli ultimi enti per il voto degli italiani all’estero, l’Unione potrebbe ottenere altri 4 senatori, oltre ai 154 già eletti in Italia. A Forza Italia e alla lista ‘Associazione Italiani in Sudamerica’ andrebbe un senatore ciascuno. L’Unione potrebbe quindi avere al Senato 158 senatori contro i 156 della Cdl. Resta da vedere come si schiererà il senatore della lista sudamericana.

Che dire, non c’è ancora la matematica, ma la CDL si è fatta male da sola con questa legge elettorale!!!


EDIT: Finalmente il Nano ha parlato, è arrivata la prevista contestazione dei voti e la proposta della Grande Coalzione :huh: che non credo che avrebbe mai proposto se pensasse veramente di vincere 😮 e cui non credo “potremmo” mai aderire.
Ad ogni modo attualmente Il centro-sinistra è in maggioranza sia al senato che alla cameraAspettiamo!

PS: Ovviamente attenderemo il riconteggio…
PPS: Grazie Tremaglia! 😆

Vittoria! La camera è nostra! Aspettiamo l’estero…

VITTORIA!

Camera “conquistata” con 25’224 voti di vantaggio (19.001.684 a 18.976.460). Iniziate le predette richieste di verifica da parte del centro-destra… 😐

Aspettiamo gli italiani all’estero per sapere come finirà al Senato, dove adesso ha la maggioranza relativa, di 1 seggio, la CDL; ciò nonostante Bondi parla di «Vittoria inoppugnabile, chiara». MA LOL! 😆 Un senatore in più, preso per una manciata di voti in Emilia. È vero che come quantità di voti globale siamo stati inferiori, ma la legge su base regionale l’hanno fatta loro! Adesso, attendiamo l’apertura delle buste provenienti da tutto il Mondo che per adesso pare essere positiva (con 4 senatori – uno per area – si sarebbe in maggioranza anche al senato!). 

Che dire… Per ora sono felice; oggi è stata una giornata piena di emozioni… Si sono rincorse notizie di ogni tipo ora per ora… Non ci credevo davvero! 🙂 

Ringraziate «noi» giovani! ^_^ 

Elezioni: arrivano i primi Sondaggi. Calma…

Exit Poll Camera Exit poll voto al senato
 
Questi sono i primi risultati degli in-house poll secondo SkyTG24 (che potete seguire anche in streaming) fatti dall’Istituto PiepoliNexus da più o meno delle forchette simili negli Exit-poll e lo stesso Burkinmedia
 
Che dire… Speriamo bene! Comunque, stiamo calmi. Ancora tutto può cambiare :|. Prossimo appuntamento alle proiezioni delle 16:30.
 
Vi ricordo che potete seguire la diretta dei fatti, oltre che come detto in streaming su SkyTg24, anche in diretta testuale su VistiDaLontano.

EDIT: qui sta andando male… Si propopetta un pareggio o… Peggio 😮 :cry:. Tanto Piepoli quanto Nexus hanno fallito miseramente… Aspetto solo i responsi di camera e senato. 😐

Io ho dato il mio voto, ora aspetto gli Italiani!

Fatto!

Voto del 9 aprile

Ora aspetto la decisione degli altri 47.160.243 italiani ;). Spero che il risultato sia conforme a quello che penso

PS: Ovviamente non mi sono arrischiato nel fare una foto dentro la cabina; se ti beccano si rischiano fino a 4 anni! 😮 

Paura pre-elettorale…

Paura... Ci siamo quasi… Domani e domani l’altro si vota; dovrebbe essere una “liberazione”, ma invece in questo giorno di silenzio, di cui anche io sentivo il bisogno, mi viene voglia di esternarmi; provo una sola cosa… Paura! Beh, forse non è il termine più preciso per esprimere quello che veramente sento, ma certamente la Paura, attualmente, rappresenta la sensazione “primaria” che più gli si avvicina.

Ho 20 anni, ma ormai ho già votato un po’ di volte (Comunali, Regionali, Europee, Referendum…), ma mai ho sentito così tanto la tensione. Di solito all’ingresso in cabina sentivo “la forza della democrazia” che mi rendeva conscio dell’importanza del mio gesto, ma mai come questa volta: da stamattina sento forte la tensione, avverto l’avvicinarsi del “giorno del giudizio”…

Se qualche tempo fa, galvanizzato anche dai risultati regionali e poi dai vari sondaggi, ero piuttosto convinto che quanto successo all’Italia negli ultimi tempi, non poteva che generare una sorta di moto di sfiducia che mandasse a casa questo governo, adesso dopo questa campagna elettorale piena di cattiverie, contratsti e falsità che tra l’altro non ha visto toccare molti temi al di là del “portafoglio”; iniziata con l’accanimento mediatico di Berlusconi che ha visitato ogni canale, e che è finita ancora con Berlusconi che ha prepotentemente “occupato” Rete4 facendo pesare una volta di più, dopo il mancato-scontro con Prodi di qualche giorno fa, la sua proprietà di Mediaset (come non mai in questi 5 anni)… Ebbene, adesso mi sento molto più insicuro.
Non mi sento più in grado di dare a buona parte degli italiani (ovviamente non voglio generalizzare) la fiducia che avevo precedentemente pensando che la fine del Nano fosse chiara. Continuo a chiedermi se ci sia più stupidità od ignoranza…

A forza di vedere gente che esulta a sentire il Premier che delira, mi rendo conto che a molti piace ancora essere “guidati” (vedi il «Duce! Duce!» gridato ieri a Berlusconi quando si è affacciato da Piazza del Pebliscito a Napoli); si va più alla ricerca della personalità che della democrazia (intesa come una collaborazione di persone che determinano una sorta di “governo senza volto”); e tutto questo mi rende infelice e non mi permette di avere un’idea rosea di quello che potrebbe succedere.
E cosa comporta questo? Che ci si «scatena» alla caccia dei voti, si infrangono regole per spostare voti, si cerca di convincere la gente in ogni modo. Da ciò le menti labili di alcuni si conformano, si abituano ad un idea ed infine l’accettano come propria.

Si sa, sono elezioni importanti ma non è questo l’unico punto… L’importanza del verdetto non è il solo aspetto che mi rende ogni ora di più consapevole di quanto sarà fondamentale quello che succederà domani, ma è anche il modo con cui questo verdetto uscirà.
Sappiamo tutti che Berlusconi ha detto più volte di temere il rischio dei brogli della Sinistra (ricordando tra l’altro che gli furono rubati un milione e mezzo di voti nel ’94 – ma qualcuno l’ha mai dimostrato? :roll:).
Beh… Non dimentichiamocene!

È sicuro, per non dire certo, che qualora la Sinistra vinca (come mi auguro, se non si fosse capito :P), che Silvio inizierà a fare frasi tipo «Abbiamo ricevuto segnalazioni di possibili brogli della Sinistra, ci riserviamo di analizzare» per poi indurirsi nei termini e dunque accusare veementemente il centro-sinistra per non essere il vero vincitore di queste elezioni e di aver truccato tutto. Beh… Se queste mie “visioni” risultassero vere, da un uomo così ci si può aspettare tutto: non dimentichiamoci che queste elezioni sono molto importanti per il paese, certo, ma anche e “soprattutto” per una “certa persona” che con una sconfitta potrebbe perdere molti benefici e protezioni.

Se brogli ci saranno (e mi auguro di no), una delle cause potrebbe essere la sperimentazione del voto elettronico di cui, figuratevi… Da informatico sono felice di vedere considerando poi che usano la Knoppix 😛 come S.O., ma che mi fa ridere nel modo in cui viene applicato: chiavi usb sprotette, dati che passano di mano in mano, regioni importanti, preponderanza del cartaceo (leggete qui per maggiori info oppure il blog di secretum)…

Comunque vada, non avrei mai pensato di aver paura di perdere (o vincere) in una democrazia.

Occhio al Caimano! ...lesto di mano... mira solo al tuo deratano! (cara Italia!)

Microsoft apre gli occhi e vede un Pinguino

Linux VS Windows Riporto una notizia tratta da Punto Informatico di oggi, davvero interessante… Il titolo della news è «Microsoft apre un sito su Linux».

Pare infatti, che Microsoft si sia accorta che Linux esiste e che non si possa fermare! Non è una cosa da niente, considerando le campagne fatte per dimostrare la sua inferiorità o per delegittimare il sistema minacciandolo magari con qualche brevetto…

Con questa pseudo-legittimazione da parte del colosso di Redmond, sembra trasparire una certa voglia di collaborare per rendere più vivibile la situazione per chi usa sistemi Linux-Windows

Beh… Ho detto anche troppo, ora vi lascio all’articolo

Boston (USA) – "Linux e il software open source sono qui per restare: tanto vale conviverci pacificamente". Questo il succo di un discorso con cui Bill Hilf, general manager of platform technology strategy di Microsoft, ha ieri presentato una nuova iniziativa del gigante di Redmond tesa a migliorare l’interoperabilità dei propri prodotti con il software a codice aperto.

Al centro dell’iniziativa, annunciata durante la giornata d’apertura del LinuxWorld Conference and Expo, c’è un sito web battezzato Port 25: qui Microsoft renderà note le attività portate avanti nei propri laboratori Linux e raccoglierà il feedback degli utenti Windows che utilizzano software open source.

"Siamo consapevoli del fatto che i nostri clienti spesso utilizzano altre tecnologie oltre a Windows", ha spiegato Hilf. "C’è chi vuole usare Linux, chi vuole far girare Windows in modo virtualizzato, chi vuole gestire Linux utilizzando i prodotti di Microsoft. In tutte queste situazioni noi possiamo trovare un modo per interoperare".

Come sottolineato dal suo nome, riferito alla porta TCP utilizzata dal protocollo per il trasferimento della posta elettronica (SMTP), il sito Port 25 ha come primo obiettivo quello di migliorare la comunicazione tra Microsoft e gli utenti che utilizzano abitualmente ambienti di calcolo eterogenei, composti sia da sistemi Windows che da sistemi Linux. A questi utenti il colosso intende fornire maggiore supporto rispetto al passato, rispondendo ai loro quesiti ed aiutandoli a migliorare la convivenza tra Windows e le piattaforme open source.

Nella propria sede di Redmond, Microsoft dispone di 300 server Linux suddivisi tra vari laboratori, dedicati ad attività quali l’analisi delle performance e i test di interoperabilità. Questi laboratori, come anche le iniziative Get the Facts e SharedSource, sono diretti da Hilf, che in passato ha lavorato per IBM occupandosi delle strategie pro Linux.

Port 25 ospiterà anche i blog di vari dipendenti di Microsoft, incluso quello dello stesso Hilf, in cui verranno pubblicate quotidianamente novità, informazioni tecniche e suggerimenti destinati ad aziende e utenti finali.

Che ne pensate? 🙄 

Ciao!!! ^_^

Spam Elettorale. Si sono scatenati! :(

Dando retta alle richieste di Berlusconi di «Scatenarsi», i forzisti sono partiti all’attaco… 🙁

*NOI* abbiamo abolito la leva obbligatoria...
(clicca per ingrandire l’SMS che ho appena ricevuto)

Ma… Porca miseria, non si può far nulla per evitare questo spam?!?! 😡 Mi sto davvero irritando, oltre che impaurendo… Temo ogni giorno di più il risultato di queste elezioni… Non ho più fiducia in molti italiani… 🙁

EDIT: Ci sono novità sulla questione

E intanto io dico, sempre e comunque… BASTA!

 Per l'Italia è tempo di licenziare Berlusconi

Quando Silvio era un Hacker…

Hacker Ebbene sì… Sappiamo che il nostro caro Presidente ha fatto tutte le esperienze possibili ed immaginabili (e ce l’ha spiegato con il suo imperdibileUna Storia Italiana”), ma certo non conoscevamo la sua attività da Hacker… Ebbene, Silvio ha fatto anche quello!
Per testimoniarlo, visto che siamo agli sgoccioli della campagna elettorale e che non si può certo redimere dal mostrare le sue capacità, oggi ha colpito di nuovo! :o.
Stasera (è notte, ndr) infatti me ne navigavo bel bello nel sito del portale OpenSource Joomla! sono andato a vedere il demo di tale applicazione web, e cosa mi ritrovo?!?!

«PWNED BY BERLUSCA aka SILVIO BERLUSCONI»

Che dire… Non c’è equivoco… È proprio lui! 😮 😆

Speriamo solo che i creatori di Joomla! siano buoni con lui, altrimenti che cosa dovrà fare la Magistratura ROSSA :)? 😆 😀 

Siccome immagino che fra poco il team di Joomla! rimetterà a posto il sito (che in questi minuti non è raggiungibile), vi lascio uno screenshot per vedere quanto ha combinato quel birichino di Silviuzzo… 😛

Joomla! Owned by Silvio Berlusconi

Ciao!! 😀 

« Previous Entries