That’s my blog… Life and Linux

Installare LAMP (Linux Apache MySQL PHP) più Webmin su Kubuntu / Ubuntu

LAMP - Linux Apache MySQL PHPFinalmente oggi mi sono deciso ad installare sul mio portatile il così detto LAMP, acronimo a "doppio senso" 🙂 che significa Linux-Apache-MySQL-PHP, ossia l’insieme dei software indispensabili se si intende creare un webserver in locale, sia per uso pubblico che privato… Nel mio caso specifico, ero interessato a creare un webserver che mi consenta di testare le mie varie applicazioni php seppur sia interessato anche all’aspetto più didattico… Ai software sopra citati ho aggiunto anche PhpMyAdmin, utilissimo tool per la gestione dei database Mysql, nonché "sunto" di tutto il LAMP, visto che è scritto in PHP che gira (in questo caso) su server apache e che gestisce i database MySQL. ^_^

Ad ogni modo, se avete connessioni lente munitevi di un pochina di pazienza, visto che ci sono da scaricare circa 28mb di archivi… Ad ogni modo, come saprete, Adept supporta il resume, quindi se interrompete il download con CTRL+C, potrete riprenderlo in seguito ridigitando il comando di download che troverete sotto.

“Ovviamente” ho preferito installare tutte le ultime versioni, ossia Apache 2.0 e php 5.0; Per installare tutto, ricordo che è bene avere sempre la lista dei repository aggiornata, eccovi la mia (trovate nella pagina tutte le varie istruzioni)!

Il comando per installare i pacchetti necessari è il seguente:

sudo apt-get install apache2-common apache2-utils libapache2-mod-php5 libapache2-mod-auth-mysql mysql-client-4.1 mysql-server-4.1 php5 php5-cli php5-mysql phpmyadmin apache2

EDIT: da Ubuntu Dapper in poi, per installare LAMP completo delle ultime versioni di Apache, php, mysql e phpmyadmin basta dare il comando

sudo apt-get install ubuntu-lamp 

Terminato il download, l’estrazione e la configurazione dei pacchetti potete testare che tutto è andato a buon fine creando un file php di test. Per farlo, date il seguente comando da shell:

echo "<?php phpinfo(); ?>" > /var/www/test.php

Di conseguenza collegatevi a http://localhost/test.php e se non ricevete errori l’installazione è andata a buon fine 🙂

Ora potete divertirvi :P, a configurare (con sudo kate <file>, ossia come root) il tutto, i files di configurazione sono i seguenti:

  • Apache: /etc/apache2/apache2.conf e /etc/apache2/httpd.conf
  • PHP: /etc/php5/apache2/php.ini
  • PhpMyAdmin: /etc/phpmyadmin/config.inc.php
    (per potervi accedere ho dovuto modificarlo sostituendlo con quello di esempio che potete trovare in /usr/share/doc/phpmyadmin/examples/config.default.php.gz)

Tra i files citati sopra, in realtà a me è risultato necessario solo modificare la configurazione di PhpMyAdmin e di Apache (parlo del file httpd.conf) visto che volevo cambiare la directory-base del webserver.

A questo punto l’installazione dei software strettamente necessari è completata, visto che tutto funziona, semmai vi consiglio di consultare questo articolo del wiki ufficiale di Ubuntu. Ad ogni modo per avere un webserver più completo e più facilmente gestibile consiglio anche di installare Webmin, che sostanzialmente è un software di gestione dei sistemi Unix basato sul web.

Anche in questo caso l’installazione è semplicissima:

sudo apt-get install webmin webmin-apache webmin-bandwidth webmin-firewall webmin-htaccess webmin-mysql webmin-quota webmin-sendmail webmin-virtual-server webmin-wuftpd

Ulteriori moduli li trovate su Adept, basta che cerchiate "webmin-" 😉 oppure li trovate su Webmin.com.

Per utilizzarlo è facilissimo, basta collegarsi a http://localhost:10000/ e loggarsi con i propri dati, come nome utente dovete mettere root o admin con la relativa password che avete impostato. Se avete problemi con l’accesso potete sempre ridefinire la password con il comando

  • /usr/share/webmin/changepass.pl /etc/webmin <user> <password>
    (sostituite i campi <user> e <passoword> con i valori desiderati; <user> generalmente è root, anche se cmq in caso di problemi sarete avvertiti da un messaggio nella konsole).

Webmin Apache2 configurationPer utilizzare il modulo di configurazione di Webmin per Apache affinché supporti il vostro Apache2, dovrete reimpostare il modulo dall’indirizzo https://localhost:10000/config.cgi?apache.
I campi da modificare con i percorsi corretti li potete vedere in questo screenshot.

 

CIAOOOOO! :bye: 

  • skypjack

    Se posso permettermi, ho lavorato per due anni, prima di iscrivermi all’università, su server Apache (Era ancora stable Woody r2, se non sbaglio, quando ho abbandonato) e vi posso assicurare che se avete intenzione di montare su un server Apache con php e mysql solo per dire “ce l’ho fatta” e farci i balocchi, ma senza curarvi delle ore e ore utili ad una configurazione ottimale, siete destinati alla sofferenza!!

    Fate attenzione, mi raccomando…

  • Ovvio… Ma come si dice nel post io l’ho fatto solo ed esclusivamente come server locale per testing… Mi serve solo per testare applicazioncine web… Non essendo quindi un vero e proprio web-server pubblico, secondo me va benissimo così…
    Se poi uno vuol fare le cose serie è bene che si rivolga ai vari docs e ci studi parecchie ore…

    Imho però per fare il «minimo» basta così… Non credi mio caro amico 🙂 ?!

  • gigi

    serve eccome una guida simile!
    KISS per chi deve iniziare
    poi RTFM per quando le cose si fanno + serie!

    bravo Treviño!
    (un nick ascii compliant no eh? 😉

  • Grazie…

    Spero proprio sia utile! 🙂

    (un nick ascii compliant no eh? ;))

    Eheh… Purtroppo ‘sta maledetta ñ ci voleva, ma è un po’ stizzosa 🙂

  • Pingback: Davide Bocci in Un Passo al Giorno » Lamp e Webmin su Ubuntu()

  • chiara, semplice e limpida!
    ma che è una pubblicità? No eheheh
    ..beh utilissima guida per un’installazione per test in locale!
    Va da se che mettere su un server web accessibile dalla rete è tutta un’altra cosa! 😛

    grazie

    saluti

  • Se volete fare un vero e proprio Webserver con la "W" maiuscola con Ubuntu, vi consigli di leggere questo HowTO: http://howtoforge.com/perfect_setup_ubuntu_5.10

     

    CIAO! 

  • Tallmaris

    Caro mio, sei un ditaccio… 🙂

     Guida ottima e che mi serviva, essendo decisamente alle prime armi con Linux, mi fa piacere iniziare a usarlo per fare cose serie 🙂

     

    Grazie,

    Leo. 

  • Grande! Sarà quasi un mese che cerco di poter smanettare su Kubuntu, grazie a te in meno di un’ora son riuscito a riprendere il lavoro sul portatile. Ma iif@unifi rules!

  • Marco

    Ciao a tutti,

    io ho un problema di questo tipo:

    ho installato apache2 + PHP5 + Mysql su ubuntu 6.06.

    Quando metto una pagina PHP qualsiasi invece di farmela visualizzare mi chiedi di scaricarla.

    Help me

    Marco 

  • Ovviamente accedi al webserver usando il link a http://localhost/pagina.php, vero? 😮

  • Tinik

    /var/cache/apt/archives/mysql-server-4.1_4.1.15-1ubuntu5_i386.deb
    E: Sub-process /usr/bin/dpkg returned an error code (1)

    Se vi da questo tipo di errore io ho risolto modificando la lista da installare con questa (aggiornando mysql cioè)

     

    <code>sudo apt-get install apache2-common apache2-utils libapache2-mod-php5 libapache2-mod-auth-mysql mysql-client-5.0 mysql-server-5.0 php5 php5-cli php5-mysql phpmyadmin apache2</code>

     

     

  • Marco

    Per chi non vuole uccidersi e gli serve solo un server LAMP di sviluppo, può scaricare xampp linux:

    Basta scaricare il pacchetto .tar e scompattarlo in opt. Tac tutto pronto.

    OVVIAMENTE SOLO PER SVILUPPO: se lo mettete on-line offendete la bravuta degli hacker 😀 

  • Manrico

    "file", non "files"

    I termini stranieri in italiano sono invarianti

     

    http://www.demauroparavia.it/43728&nbsp;

  • hi
    q8kune6gziood7h9
    good luck

  • hi
    q8kune6gziood7h9
    good luck

  • dav

    ciao trevino , la tua esperienza me la consiglia come miglior soluzione per installare e far girare parecchi oscommerce?

    se si mi sai dire dove trovo guida o ebook o tutorial passo passo per principianti per configurare cosi un server?

    grazie
    zaluti