That’s my blog… Life and Linux

Windows? No Grazie, uso Linux.

Tux Journal LogoOggi posto un articolo scritto sul blog TuxJurnal da Vincenzo Ciaglia che ci parla degli elementi di forza di Linux.
Sicuramente i «guru» li conoscono già, e certamente possono anche ampliare questi punti, ma l’obbiettivo del testo qui sotto è quello di far conoscere agli ut0nti 😛 windows, che del pinguino conoscono solo il nome ed il logo, il nostro sistema con «domande a cui tutti gli utenti Linux avranno risposto almeno un centinaio di volte».
 
Molto spesso capita di trovarsi a parlare con degli amici e discutere di informatica e nuove tecnologie. Inevitabilmente si arriva a parlare dei personal computers e in particolare dei software usati, degli applicativi preferiti, se si è o meno videogames dipendenti e alla fine, fateci caso, del sistema operativo. La domanda è sempre la stessa :“Quale sistema operativo usi? Windows? Lo usano tutti, ormai.” La risposta, almeno per quanto mi riguarda, è altrettanto la stessa: “Uso Linux, mi trovo bene e non lo cambierò mai”. La solita risposta che lascia di stucco l’interlocutore lasciandolo lì a pensare per un bel po’. Cominciano poi le domande a cui tutti gli utenti Linux avranno risposto almeno un centinaio di volte. Ebbene, in questo articolo, riproporremo le stesse domande e cercheremo di dare delle risposte chiare e concise, cercando di convincere i lettori più indecisi a passare definitivamente a Linux. Possibilmente cercheremo di darvi validi motivi al fine di attuare questa importante scelta. 

Linus Torvalds - Creatore del kernel linuxCos’è Linux?
Cominciamo subito col chiarire le idee. Con Linux si intende soltanto il cuore del sistema operativo, ossia il kernel, e non tutti gli applicativi che lo costituiscono. Un sistema operativo senza kernel o, viceversa, una incredibile mole di applicativi senza kernel non può assolutamente costituire un sistema operativo. Sono due elementi talmenti importanti che devono per forza camminare a braccetto. Per essere pignoli dovremo anche cambiare il titolo di questo paragrafo in “Cos’è GNU/Linux?”. Si perchè con GNU (Gnu’s not Unix) indichiamo la comunità di sviluppatori che ha dato origine a molti dei principali applicativi del sistema operativo GNU/Linux. GNU, infatti, è il nome della comunità di sviluppatori che ha al suo capo Richard Mattew Stallman, uno dei paladini del software libero e dell’OpenSource. Linux, invece, è il nome del Kernel e trae il suo nome da quello del suo creatore: Linus Torvalds (nella foto).Tuttavia, oggi, per semplicità si identifica GNU/Linux con il semplice appellativo di “Linux”.

Ma cos’è il kernel?
Il kernel , come detto in precedenza, è il cuore del sistema operativo senza il quale, quest’ultimo, non potrebbe avviarsi, caricare i driver necessari al funzionamento delle periferiche del sistema e permettere l’interazione di quest’ultimo con l’utente, gestire quindi le periferiche di input/output quali tastiere, mouse e quant’altro.

Free Software Foundation (FSF) e Software Libero
Pensare a GNU/Linux senza l’importante apporto della FSF è davvero impossibile. La FSF creata da Richard Stallman (nella foto) e con l’importante appoggio di studenti, programmatori e avvocati sta’ alla base del software libero odierno. Questo importante movimento è riuscito a definire i metodi d’uso del sistema operativo GNU/Linux e le sue eventuali forme di modifica e riproduzione. Ecco i 4 principi basilari della FSF:

1. L’utente deve essere libero di utilizzare il programma per qualsiasi scopo;
2. L’utente ha libertà di modificare il programma per le sue esigenze;
3. L’utente ha la libertà di distribuire copie del programma, gratuitamente o dietro compenso;
4. L’utente ha la libertà di distribuire copie modificate di qualsiasi programma.

Ora, i lettori più scettici, si chiederanno: “Ma il principio numero 3 sembra veramente andare contro tutti i canoni del software libero. Come mai?”. In realtà sembra una contraddizione a tutto il movimento creato da Stallman ma creare dei programmi e rivenderli non è reato. I programmatori meritano dei compensi per i loro lavori e se lo vogliono , quindi non sono costretti a farlo, possono trarre una fonte di guadagno dai loro programmi. E’ anche in questo modo che una comunità così grande e importante si mantiene ancora in piedi.
Robert Stallman - Il padre dello GNU
Perchè usare Linux?
Eccoci finalmente arrivati alla parte più importante dell’articolo. E’ arrivato il momento, infatti, di elencare tutta la serie di validi motivi che potrebbero spingere un utente da Windows a Linux. Non perdiamoci d’animo e cominciamo subito.

* Linux è user-friendly
Al contrario di quanto molti pensano, Linux è User-Frendly. Con questa dicitura, letteralmente “amico dell’utente”, si è soliti indicare un sistema operativo o un particolare software che permette una buona interazione con l’utente. Linux, infatti, non è stato creato solo per smanettoni o addetti ai lavori ma anche per gli utenti che non masticano bene l’informatica e che si trovano al primo impatto con un personal computer. Grazie all’incredibile mole di software offerto, Linux, è a tutti gli effetti un sistema operativo amico dell’utente che cerca solo di semplificare, e non complicare ulteriormente, la vita di un utente disorientato e neofita alle prime armi con questo fantastico sistema operativo.
* Linux è gratis!
Molti utenti affezionati al sistema operativo del plurimiliardario Bill Gates sicuramente hanno l’intenzione di smettere di pagare il suo sistema operativo a peso d’oro e le sue licenze d’uso, prima o poi. La soluzione non può essere che Linux. Puoi scaricare una copia di una qualsiasi distribuzione Linux dalla rete, a costo zero e in poche ore installarla e cominciarla ad usare sul tuo Pc.
* Linux è sicuro
Grazie alla sua architettura , Linux, è immune da qualsiasi attacco portato al vostro sistema attraverso virus e codici maligni. Grazie al multi-tasking, inoltre, non avrete sul vostro computer grandi problemi creati da utenti inesperti in quanto solo l’utente “root” , o amministratore di sistema, può regolare gli accessi e i permessi ai files critici del sistema. Inoltre, avrete a disposizione sempre e comunque, e con un’incredibile velocità, gli ultimi aggiornamenti a vulnerabilità critiche riscontrare nel vostro sistema senza aspettare “Service Pack” ed esporsi ulteriormente ad attacchi dall’esterno. Linux, se gestito in modo adeguato, è altamente sicuro.
* Linux è stabile e veloce
Linux può essere usato anche su computer ormai obsoleti e che non hanno grosse risorse hardware. Grazie alla sua architettura, infatti, può essere utilizzato anche su macchine dalle capacità limitate, senza grosse difficoltà e con risultati sorprendenti.
* Codice aperto e documentazione
Fedeli alla filosofia “OpenSource” , letteralmente “sorgente aperta”, tutti gli applicativi di Linux sono corredati del proprio codice sorgente. In questo modo, l’utente più esperto può anche modificare a proprio piacimento il programma che sta usando e magari renderlo accessibile a tutti e con tutte le migliorie da lui apportate. Un altro punto a favore di Linux è sicuramente la documentazione. Grazie agli HowTo e ai tanti siti web sparsi per la rete, che offrono documentazione a non finire, avrete la risposta ad ogni vostro problema in modo immediato e comodo, senza scomodarsi e chiamare fastidiosi e costosi “Assistenti Telefonici”.

Conclusioni
Da come avete potuto leggere vi abbiamo fornito tanti motivi per abbandonare definitivamente Windows ed affidarvi a Linux. Sperando che la vostra voglia di cambiare, la disponibilità e soprattutto la mentalità giusta per rendere possibile questo passo sia presente in ognuno di voi vi auguriamo Happy hacking con Linux!

  • È una sofferenza… Non so che farci 🙁