That’s my blog… Life and Linux

Back home! Resoconto di una città Olimpica

Turin Olympic Fire: 22-02-06_1555Dopo qualche giorno di vita olimpica rieccomi a casa… In realtà sono tornato sabato sera, prima della tanto bella Notte Bianca che non mi sono potuto godere per impegni personali, ma non ho avuto troppo tempo per fare un mini-resoconto fino ad adesso… 🙂

Che dire… Tutto quello che si è letto e sentito in questi giorni su Torino è certamente vero… La città, che comunque conoscevo, si è trasformata… L’efficenza nordica, che comunque già la caratterizzava, si è amplificata tutto si è presentato perfetto… Dai servizi pubblici frequenti ed economici (1 biglietto da 0.70€ valeva un giorno intero), alla pulizia cittadina (si vedevano spazzini ovunque a raccattare ogni minima briciola che cadeva a terra :o) al numero di attrattive extra-sportive fino alla sicurezza, sempre in primo piano (e che comportava talvolta qualche coda per minuziosi controlli).

I luoghi della città in cui si poteva notare maggiormente la “mano olimpica”, oltre alla nota «Medal Plaza» (Piazza Castello)  – accessibile però solo con biglietti gratuiti ma distribuiti da diverso tempo – sono sicuramente le Case delle Nazioni e lo Sponsor Village.

Sponsor Village - by tolove Nello Sponsor Village, collocato in Piazza Solferino, si trovavano numerosi stand dei vari sponsor delle Olimpiadi che proponevano attrattive e gadget; gli sponsor presenti erano: Samsung, Coca-Cola, General Electric, FIAT, Eurosport, Johnson & Johnson, San Paolo e Lancia.
Tra le attività presenti c’erano un cinema 3D, alcuni simulatori di sport invernali (tipo quelli dei luna park), una sorta di "museo olimpico" della coca-cola (molto ristretto a dire il vero), una pista da curling (spettacolo! 😛 – ho provato ed è tutt’altro che facile! :o), ed un fantastico bar di ghiaccio!!! ^_^

Lancia Ice BARSu quest’ultima altrattiva vorrei spendere qualche parola in più… Infatti, non potendo resitere all’idea, sono entrato nel Lancia Ice Bar; pagando 10€ di ingresso, infatti, si veniva muniti di una «mantellina termica» e si poteva entrare in una sorta di “igloo” a -5° in cui ogni oggetto era fatto di ghiaccio svedese, ricevendo una bevuta (cocktail, caffé corretti…) in un bicchiere di ghiaccio! 🙂

Lancia Ice Bar cocktails in ice glass
(click per vedere le altre foto del Lancia Ice Bar)

Pattinaggio -  Piazza SolferinoOltre agli sponsor il comune di Torino ha collocato, al centro della piazza, una pista di pattinaggio su ghiaccio (con accesso gratuito al pubblico e noleggio dei pattini) su cui ho passato qualche ora (senza cadere :P) che dovrebbe rimanere anche oltre il periodo olimpico.
L’unica cosa è che nell’orario in cui ci sono andato io c’era abbastanza gente e quindi c’era da fare un po’ di slalom e la superficie del ghiaccio non era il massimo… Ma niente di che.

Casa Olanda - Holland Heineken House - Torino 2006 Tra le case delle nazionali, invece l’unica che sono riuscito a visitare (poche avevano accesso pubblico) è stata Casa Olanda (come avete potuto vedere in diretta)… 
Holland Heineken House era la casa più visitata di Torino tra le poche ad ingresso libero (Casa Sassonia e Casa Svizzera) e quindi per entrare ho dovuto sostenere diverse code per vari controlli…
Ad ogni modo all’interno si trovava una pista di ghiaccio (purtroppo chiusa), alcuni stand, delle paninoteche ed una bella sala da ballo in cui centinaia di persone ballavano la musica del DJ di turno… Non male direi… 🙂

Ci sarebbe altro da dire, ma mi fermo qui… Se volete vedere le altre foto della mia gitarella clickate qui

CIAO! ^_^ 

  • Bel post, grazie.

    Bello sarebbe se le città fossero sempre così… d’accordo che in questa occasione i soldi non mancano, ma molto è anche dovuto – credo – alla voglia e all’entusiasmo della gente, al desiderio delle istituzioni di fare bella figura… un po’ si potrebbe, in fondo, estendere questa voglia ai periodi "normali"…

  • Ovvio… Ma un po’ tutti temono che ci sarà una certa ricaduta… Speriamo di no, ma il rischio c’è. 🙁