That’s my blog… Life and Linux

Ritorno alle Origini – Bloggando con una Macchina da Scrivere!

Olivetti MP1 NeraMi capita spesso di essere un tipo «nostalgico di quel passato che non ha vissuto» ovvero: da amante della storia (specialmente quella contemporanea e anche molto vicina a noi) mi appassionano le sue forme meno raccontate del modo di vivere, che nella loro semplicità apparente nascondono molto spesso ad un «occhio del futuro» qualcosa di romantico che si vorrebbe provare…
Non so se siete riusciti a capire almeno un poco di quello che voglio intendere, però per il mio ragionamento dovrebbe essere chiaro che amo addentrarmi nei particolari (come le pubblicità) di una vecchia rivista così come provare un oggetto del passato. L’ho sempre fatto, da piccolo ho passato più di una mattinata davanti ad una macchina da scrivere o meglio ad una summa 15 per non dire che ho anche testato l’ebrezza di pennino calamaio e carta assorbente :P.

Ho deciso quindi di rivivere la cosa alla luce delle mie nuove esperienze e capacità dattilografe ed ecco cosa ne è venute fuori:

 Qualche giorno fa mi è balenata una strana idea, vale a dire quella di (ri)provare a battere un testo su una "vera" macchina da scrhivere e di pubblicarlo poi sul web... :) So benissimo che la cosa può apparire abbastanzwa (ehm..) "malsana", ma ero curioso di vedere come mi ci sarei trovato dopo essere cresciuto su tastiere digitali e software di scrittura; l'esemplare che ho trovato nell'armadio di mia nonna, per fare questo "salto nel passato" è neintemeno che una "gloriosa" Olivetti MP1, uno dei primi esemplari di typewriter portatile prodotta dalla casa eporediese tra il 1935 ed il '37 e tuttavia ancora ben in forma...! Al di là dell'evidente impossibilità di correggere e formattare il testo, per uno scrittore moderno, ci sono altri problemi: primo fra tutti è la differente disposizione della tastiera che, come anche in altre Olivetti (anche ben più recenti) è QZERTY (non QWERTY); a questo punto si aggiunge il fatto che la 'M' si trova nella riga centrale, accanto alla "L"; infine i numeri presenti vanno dal 2 al 9 visto che lo zero e l'uno possono essere realizzati rispettivamente con 'O' ("o" maiuscola) e l ("elle" minuscola). Detto questo, e dopo aver buttato un buon numero di fogli :D, mi sembra giunto il momento di ritornare agli strumenti a me più consoni visto che oltre ai numerosi errori di battitura, quella maestra severa di mia nonna ha già definito questa pagina "fuori standard" :(. Ci vendiamo sul Blog!

Rieccomi quindi al mondo dei bit 🙂
Beh, vi assicuro che il ritorno al presente è sicuramente moooolto piacevole per comodità (la [ri]scrittura di quel breve pezzo non è stata poi così veloce oltre che di bassa qualità), anche se il vecchio odore di inchiostro ed il ticchettio della cara MP1 rossa fanno sempre il loro effetto 😛

Addio a tutti da questo post innovativo nel suo essere retrò 😀

  • Deve essere bello tornare ai ‘vecchi’ tempi!

    Bravo! Ogni tanto ci vuole una pausa e staccarsi da Matrix una volta ogni tanto! 😀 

  • Ho letto solo il titolo del feed e mi chiedevo come si potesse “Bloggare con una macchina da scrivere”…
    …era proprio come pensavo!! 🙂

  • Oh my god 🙂

    Non sapevi proprio che fare eh!!?? 😀 

  • Ehehe 🙂

    Resta il fatto che tornando ai tasti del notebook davo delle botte ai tasti… 😀 

  • Xeo

    eheheh non sei il solo a provare nostalgia per un passato che non abbiamo vissuto, mi hai dato la voglia di usare ancora una macchina da scrivere, ora vado in solaio (se ne avessi uno) e prendo la vecchia macchina da scrivere di mio fratello! 🙂
    ciao

  • Potresti lanciare un nuovo stile eheh

    Ciao.

  • Beh… Considerando la fatica che ho fatto a scrivere un micro-pezzo mi sa proprio che non sarò io a seguire questo “nuovo” stile; è stato però ganzo da provare 🙂

  • Ahah… sei un pazzo.

    In realtà sono passato da qui per un annuncio: ho finito la traduzione della guida a Ubuntu in italiano, aggiornata alla Edgy Eft.

    Diffondi il verbo! 🙂 (anche perché sono necessari nuovi traduttori)

    Il logo è ancora il tuo 🙂 

    Ps: Ufix non esiste più. Aggiorna il link ! 🙂 

  • Ho studiato dattilografia alle superiori esercitandomi a casa su una vecchissima Olivetti 😀

    Ora al pc sono una scheggia! Quando bazzicavo da op #emule-italian molti credevano fossi un bot 😛 

  • grande trenino! 😛

     

    ci vediamo a presto! 

  • Ale

    Saluti da Ivrea 😛